Zürcher Leu
Liceo Artistico
Kantonsschule Freudenberg Zürich
Liceo Artistico
Schweizerisch-italienisches Kunstgymnasium

Parkring 30
8027 Zürich
044 202 80 40
sekretariat@liceo.ch

Orari di apertura della segreteria
dal lunedì al venerdì:
dalle ore 07.30 alle 12.00
Lunedì, martedì, venerdì:
dalle ore 14.00 alle 16.30
Chiusa il pomeriggio di mercoledì e di giovedì

Edificio

Liceo-Alt

La villa «Dem Schönen»

 

Il dott. Adolf Friedrich Hommel, che fece costruire la villa «Dem Schönen», era nato a Chemnitz nel 1851 e all’inizio degli anni Ottanta si era trasferito a Zurigo, dove aveva conseguito il diploma di laurea. Nel 1890 lanciò sul mercato uno dei primi prodotti farmaceutici di marca, l’Haematogen, un preparato ricavato dal sangue bovino, una sorta di rimedio contro tutti i mali: l’anemia, la clorosi, l’ulcera, la malaria, il diabete, il rachitismo ecc. Fu un successo travolgente. Nel 1898 ebbero inizio i lavori per la costruzione della villa al Parkring che l’anno dopo era già finita.

Il progetto del corpo principale dell’edificio era dell’architetto Friedrich Kühn. Ma già nel 1902 e nel 1904 furono aggiunti due spazi museali dai famosi architetti Chiodera e Tschudi. Hommel aveva bisogno di spazio per la sua vasta collezione d’arte. Egli collezionava di tutto: in primis dipinti degli antichi maestri, ma anche ceramica, porcellana, tessuti, miniature, lavori in avorio, mobili antichi e oggetti d’arredamento. Nel 1909, quando Hommel fu costretto a vendere la collezione all’asta, fu redatto un catalogo in due volumi. Il ricavato totale dei soli dipinti superava il mezzo milione di franchi.

La villa rimase fino al 1921 di proprietà della famiglia. Ma già a partire dal 1918 fu utilizzata da Henri Poncet come negozio di mobili per «arredamento di alta classe»; Poncet comprò poi la villa nel 1942. Nel 1963 il cantone di Zurigo ne acquisì la proprietà al prezzo di 2.900.000 franchi, ma come edificio da demolire: era in progetto la costruzione su quel terreno dell’archivio di Stato. Ma non si arrivò alla demolizione, la villa fu provvisoriamente sistemata come ampliamento della vicina Kantonsschule Freudenberg. All’inizio degli anni Ottanta ebbero inizio i lavori di restauro sotto la direzione dell’architetto Tilla Theus.

Nel 1986, quando il Dipartimento dell’Educazione decise di costituire un Liceo Artistico in collaborazione con lo Stato italiano, la villa sembrò poterne essere una degna sede. Il 21 agosto 1989 la nuova scuola iniziò a funzionare negli ambienti sontuosamente restaurati.

Fassade