Zürcher Leu
Liceo Artistico
Kantonsschule Freudenberg Zürich
Liceo Artistico
Schweizerisch-italienisches Kunstgymnasium

Parkring 30
8027 Zürich
044 202 80 40
sekretariat@liceo.ch

Orari di apertura della segreteria
dal lunedì al venerdì:

Lunedì – Venerdì
dalle ore 7.30 alle ore 12.00
Lunedì – Martedì – Giovedì
dalle ore 14.00 alle ore 16.30
Mercoledì e venerdì pomeriggio chiuso.

Gran Premio 2017

Gran Premio di Liceo Artistico

Giovedì 9 marzo si è tenuta al Liceo artistico la cerimonia di premiazione dei migliori lavori di maturità. La presidentessa di ALA (amici del Liceo artistico) Silvia Abramini ha inaugurato la cerimonia dicendo: „E’ una delle serate più importanti dell’anno“ e ha ringraziato Jana Zwicky della classe quarta che ha cantato „Tonight“, del musical West side Story.

Daniel Bremer, delegato di Impuls Mittelschulen, ha presentato i vincitori scelti dalla commissione interna per la premiazione cantonale:

  1. Antonina Nikolic con il suo lavoro intitolato „Zusammenleben in den Blöcken seguito da Clemens Steiger. L’allieva si è occupata della storia, dell’architettura e degli abitanti delle costruzioni a blocchi socialisti nella Belgrado Nuova. Ha fatto un viaggio a Belgrado e ha prodotto un documentario di 15 minuti composto da registrazioni di diverse interviste. Il film si confronta con le persone che hanno vissuto già nell’epoca del governo di Tito la convivenza delle brigate di operai socialiste e che paragonano quell’epoca ai cambiamenti della Serbia postmoderna.
  2. Ivo Koller con il lavoro intitolato „ Lucifer – Designing a video game that narrates it’s story through gameplay“ seguito da Eva Whitty. L’allievo ha configurato e programmato un videogioco che racconta la sua storia ed il suo funzionamento attraverso il gioco stesso. Ideologicamente l’allievo realizza un collegamento alla narrativa del film classico Nostalgija (1983) di Andrej Tarkovsky, il cui linguaggio figurativo fa da padrino al gioco Lucifer. Il lavoro convince per la sua compattezza e funzionalità, come anche per l’effetto pedagogico-didattico funzionante e la realizzazione esteticamente piacente.

I lavori premiati da ALA sono stati 3:

Il primo si intitola „100 giorni per il mio cervello – L’esperimento dieta Brainfood sul mio cervello“ di Serena Caldari, seguito da Rosanna Pangrazzi. Serena ha sperimentato su se stessa gli effetti di una dieta ricca di Brainfood, che dovrebbe migliorare le prestazioni del cervello. La dieta è durata 1000 giorni durante i quali ha svolto dei test cognitivi che sono stati minuziosamente analizzati statisticamente.
Serena ha documentato il suo lavoro in un interessante resoconto in lingua italiana che si contraddistingue per l’originalità e offre spunti per future richerche sul tema.

Il secondo è „Zwischen Pinsel und Pirouetten“ di Annine Soland, seguito da Patrizia Mazzei. L’allieva ha unito la sua passione per la danza alla passione per la pittura di Degas. Attraverso una accurata analisi del linguaggio e delle tecniche pittoriche è giunta alla realizzazione di una versione contemporanea del quadro „La lezione di danza“ di Degas.
Il lavoro è stato premiato per l’alto livello concettuale e per la profondità dell’analisi condotta.

Il terzo è „Les Images des mots“ di Francesca Alder, seguito da Yvan Léger.
Perché a volte ci mancano le parole? Perché quello che vogliamo esprimere è molto di più di quanto una parola può contenere. Partendo da questa riflessione l’allieva ha prodotto un libro di citazioni e immagini, Le immagini, disegni, fotografie, dipinti da lei prodotti evocano tutto quel mondo soggettivo e di sensazioni che vorremmo comunicare.
Il libro di Francesca è una riuscita fusione fra la filosofia del linguaggio e l’arte figurativa.

Per concludere la serata Matteo Keiser della classe quinta ha cantato una canzone Hip-Hop del suo disco „Banzai“, prodotto per il suo lavoro di maturità, das titolo „Lueg id Luft, nello stile del Hip-Hop degli anni ottanta.

Maria Gabriella Lanfranchi